Pubblicato il

Stravaganze nel mondo wedding: un bouquet di pizza

bouquet di pizza fiori

Al posto del tradizionale bouquet in arrivo il bouquet di pizza. Si avete letto bene…di pizza. Ormai le stravaganze nel mondo del wedding non si contano più. La tradizione sta lasciando il posto a scelte sempre meno convenzionali e sempre più originali. Infatti l’ultima tendenza è quella del bouquet al gusto pizza. I classici fiori d’arancio sono sostituiti da un mazzolino di tranci di pizza. Infatti questa particolare idea ricalca proprio il colore più tradizionale del bouquet classico che ha origine nella cultura araba come simbolo di purezza. Poi nel Rinascimento, grazie agli scambi commerciali, è giunta anche in Italia questa tradizione dei fiori d’arancio.

Chi ha lanciato l’idea del bouquet di pizza?

Il concorso era stato promosso col seguente annuncio


Siamo emozionati per il lancio del primo sorteggio al mondo di Bouquet & Boutunniere di pizza. L’accessorio perfetto per qualsiasi timida sposina o elegante sposo, il nostro decoro di pizza darà un tocco di stile (gustoso!) al vostro giorno speciale.

post Instagram di Villaitaliankitchen

Ma a chi è venuta in mente questa stravagante idea? Nel giugno 2018 la catena di ristoranti Villa Italian Kitchen ha lanciato un concorso su Instagram che metteva in palio per gli sposini vincitori proprio un bouquet fatto di tranci di pizza. Certamente la proposta è stata accolta da coppie disposte ad avere un matrimonio unico e stravagante.

Ma a noi piacciono le cose stravaganti, come i nostri cake topper sposi personalizzati , e siamo sempre pronti a tenervi aggiornati sulle tendenze e sulle stravaganze del wedding

Pubblicato il

LA PASTA 3D DI BARILLA

stampante per pasta 3D della Barilla

Sono trascorsi già due anni da quando Barilla, subito dopo l’Expo, annunciava la produzione della pasta 3D. Ormai ci siamo. Infatti dallo scorso mese è possibile acquistare liberamente i nuovi formati di pasta a base di semola di grano duro e acqua. Il marchio BluRhapsody (venture capital di Barilla) nel 2016 aveva presentato il macchinario futuristico che avrebbe realizzato una nuova concezione di produrre la pasta.

Quale sarà l’offerta della pasta 3D?

Malgrado questo ambizioso progetto, almeno inizialmente, si presume che non sarà un prodotto di largo consumo e quindi Barilla punta a coprire un nuovo segmento. La rivista Food spiega che lo stabilimento di BluRhapsody, sempre a Parma, per iniziare creerà 5-6 formati su 15 disponibili. Per lo più rivolti ad un ambito professionale. Non mancano i nomi particolari: Atomo, Vortipa, Snowflake, Sfera, Salix.

Presto la nuova pasta dell’azienda di Parma potrebbe essere venduta anche on line tramite un e-commerce. Quindi i clienti di tutto il mondo potranno ordinare la loro pasta, ma dovranno attendere 5-10 giorni, perchè prima di essere confezionata deve essere abbattuta a per mantenere la forma deve essere rispettata la catena del freddo con sacchetti di ghiaccio secco. Sicuramente aumenteranno i formati e le colorazioni una volta che il progetto andrà a regime.

Quindi fusilli, penne, conchiglie lasceranno il posto a nuove forme più particolari? Quelle più gettonate sembrano le lune, i cubi, le rose e i vortici.

Al momento sicuramente si tratta di forme forse più adatte ad essere riempite per un antipasto originale e innovativo, anche perchè il prezzo è determinato dai numeri di pezzi e non dal peso e l’ordine minimo va dai 50 ai 100 euro.

Perchè noi di Mymicrome parliamo di pasta? Come per le nostre statuine in 3D, tutte le innovazioni portate da una stampante 3D, nascono soprattutto per essere personalizzabili. E chissà se un giorno ci sederemo al tavolo di un ristorante e potremo ordinare la nostra pasta dalla forma personalizzata. Qualcuno, purista del metodo di produzione tradizionale, storcerà il naso. Ma non sarà la prima e l’ultima innovazione che la stampa 3D porterà nel mondo del food.

Pubblicato il

MATRIMONIO A PRIMAVERA: idee per organizzarlo

matrimonio in primavera cartello wedding tra fiori

Il matrimonio in primavera è forse quello più desiderato da due innamorati. Sbocciano i fiori, le tinte pastello compaiono anche in natura nei fiori, il verde torna ad essere luminoso. E quindi quale momento migliore per celebrare le proprie nozze? Quindi i vari colori, dal verde menta al rosa lavanda, a quelli più luminosi del sole e del cielo, diventano anche i colori degli allestimenti e degli abiti. Ecco qualche suggerimento per organizzare il vostro matrimonio primaverile, spesso anche nel segno del biologico o del green.

matrimoni a primavera allestimento sedie all'aperto

Quindi anche la scelta della location per un matrimonio in primavera dovrà tener conto di tutto ciò: un prato per un matrimonio bucolico, una villa con giardino per una scelta elegante, o anche una spiaggia se vogliamo dare un tocco più esotico. Ma anche nelle bomboniere non dimenticate un tocco di naturalezza con sacchetti alla lavanda, fiori o tocchi dorati per ornarli. Anche le nostre bomboniere in legno sono un perfetto connubio col vostro matrimonio green

bomboniera posate in legno incise per un matrimonio a primavera
una delle nostre proposte di bomboniere in legno incise

IL TABLEAU DE MARIAGE PER UN MATRIMONIO A PRIMAVERA

Anche il tableau de mariage deve rispecchiare la stagione primaverile e il vostro tema scelto. Le soluzioni migliori sono cornici floreali in stile naturale o in stile romantico come in una fiaba, oppure qualcosa di più stilizzato e moderno con colori bianco o oro. Il tutto a contornare un pannello su cui sistemare i tavoli con i nomi, sempre rappresentati da fiori o sagome in legno personalizzabili. Può essere appeso a parete o supportato da un cavalletto.

Tra le nostre proposte non manca il particolare albero della vita. La prima soluzione è forma simbolica, creato in legno sempre su pannello con i tavoli inseriti intorno ai rami. Noi consigliamo una scelta simile anche per creare un guest book con tanti cuoricini per le dediche degli amici.

Oppure per una scelta originalissima e molto bucolica, usate un albero vero e appendete i “tavoli” ai rami con fiocchetti e piccole targhette in legno che vi possiamo creare incidendo i nomi dei tavoli. Oppure vi realizziamo un finto libro con supporto incidendo sullo stesso la disposizione dei tavoli. Ma ricordatevi di arricchire e colorare le varie soluzioni con fori e petali che richiamino i colori della primavera.

NOMI PERSONALIZZATI SUL PIATTO COME SEGNAPOSTI

Naturalmente anche i tavoli dovranno parlare di primavera. Potete scegliere di utilizzare vasetti e piantine con fiori primaverili e colori pastello come centro tavola o anche come segnaposto. Noi vi proponiamo anche i nostri segnaposti sempre sagomati in legno, da semplici calamite o portachiavi a forma di fiore o farfalla o un frutto o con incisioni “primaverili” a nomi personalizzati per ogni ospite da far trovare sul piatto.

segnaposto in legno con nomi personalizzati nel piatto

COME VESTIRSI IN UN MATRIMONIO A PRIMAVERA?

A primavera la sposa deve indossare un abito leggero con tessuti come organza, tulle e chiffon perchè deve rappresentare la leggerezza della stagione, magari in stile principesco con gonne ampie e tessuti sovrapposti. Se invece la sposa vuole una maggiore semplicità, gli esperti consigliano un abito più lineare e delicato con taglio a stile impero e dettagli che richiamano i colori pastello già menzionati per tutte le altre scelte dell’organizzazione: un nastro, un fiore, un fiocco colorato. Un particolare delicato è indubbiamente il monospalla con un piccolo fiore sulla spallina e possibili brillanti ad impreziosirlo. A dare un definitivo tocco di primavera saranno fiori freschi inseriti nell’acconciatura.

Consiglio per testimoni e damigelle. Abiti leggeri e freschi sempre in tonalità pastello. No a colori scuri e tagli rigidi. Si a cappelli ricchi se il matrimonio sarà pomeridiano

Infine non potevamo esimerci dal dare un consiglio per l’allestimento in chiesa. I fiori adatti per questa stagione sono sicuramente quelli leggeri dai soliti colori: rosa, giallo, rosso, bianco, lilla. Comunque cercate di abbinarli al colore di fondo scelto per tutto il vostro matrimonio. Come tipologia potete utilizzare rose delle più varie tonalità, ma anche peonie o ranuncoli tondeggianti e ricchi. I tulipani invece si prestano ad un abbinamento di tutte le loro tonalità per creare vivaci bouquet. Le ortensie, così voluminose e ricche, sono ideali per creare punti naturali in chiesa e disporle a fianco ai banchi lungo la navata principale, accompagnate con un po’di verde. Le margherite per uno stile country e le calle, simbolo di purezza per un matrimonio semplice ma elegante.

A VOI LA SCELTA PIU’ PRIMAVERILE….MA SEMPRE ALL’INSEGNA DELLA PERSONALIZZAZIONE. E IN QUESTO VI AIUTIAMO NOI. NON ESITATE A CONTATTARCI

Pubblicato il

PINOCCHIO 3D A TEATRO

scena a teatro di Pinocchio 3D

L’Assessorato alla Cultura di Porto Sant’Elpidio e soprattutto Lagrù Ragazzi il 10 febbraio ha portato in scena un “Pinocchio in 3D“. L’ultima produzione di questo gruppo teatrale ha chiuso la rassegna di teatro per ragazzi e famiglie, sul palco del teatro delle Alpi della cittadina marchigiana.

Oberdan Cesanelli insieme a Stefano Leva e Lorenzo Palmieri sono i protagonisti di questo particolare spettacolo diretto da Mari Mirabassi in una coproduzione firmata Lagrù Ragazzi e Tieffeu Teatro di Figura Umbro. Dov’è la particolarità di questo spettacolo, che ha già avuto l’anteprima a Perugia il 25 novembre? Sul palco non solo attori, burattini e pupazzi creati da Mario e Ada Mirabassi, ma anche una stampante in 3D, pronta a realizzare un Pinocchio in 3D. La caratteristica e l’originalità di questa versione di Pinocchio è proprio la commistione dell’innovazione tecnologica della stampa 3D con la tradizione del gioco e della scultura. Digitalizzazione e magia che si incontrano. E regista e attori riescono a fare integrare perfettamente la tecnologia nello spettacolo.

La storia di questo Pinocchio in 3D

La storia in questione narra di un falegname che costruisce i vari personaggi della fiaba più famosa al mondo. Ma deve anche fronteggiare gli assalti di due venditore che tentano di vendergli e rifilargli ogni sorta di aggeggio e macchinario, anche inutile. Disperato ed esasperato questo nuovo Geppetto dei tempi nostri, li accontenta acquistando una stampante in 3D con la speranza di poter alleviare il suo lavoro. I venditori sono soddisfatti di questa loro truffa, pensando che si tratti di una macchina non funzionante. Ma non è così! Il moderno artigiano riesce a stampare i primi oggetti e questo gli porta nuovo lavoro commissionato dall’impresario.

A questo punto i venditori cercano ogni modo per riprendersi la stampante e si spacciano per personaggi della storia stessa di Pinocchio. Quindi uno alla volta i vari personaggi della fiaba entrano in scena per tentare di rubare la macchina. E così entrano un po’tutti, il Grillo Parlante, il Gatto e la Volpe, la Fata Turchina, Lucignolo ma anche altre maschere come Arlecchino e Pulcinella, per arrivare fino al Pesce Cane. La fine non la sveliamo ma qualcosa, o meglio un personaggio imprevisto farà saltare i piani dei due venditori.

pinocchio in argilla

Noi di mymicrome intanto abbiamo creato un Pinocchio in argilla per un distributore di Souvenir a Roma. Scopri le nostre realizzazioni e statuine personalizzate da foto in argilla e in 3D per ogni occasione.

Pubblicato il

Come richiedere la benedizione del Papa per il tuo matrimonio

benedizione del papa matrimoni a San Pietro

Per voi sposi che avete scelto il matrimonio con rito religioso, e siete credenti, sapete come fare per avere la benedizione del Papa? Non è poi così complicato come sembra! Ecco alcune informazioni utili. In questo modo potete regalarvi un ulteriore sigillo al vostro amore. Un regalo per voi o da donare ad amici prossimi alle nozze. I modi per richiedere la benedizione del papa sono due a seconda se siete di Roma e quindi potete recarvi personalmente presso Città del Vaticano o se vivete altrove per cui dovete ricorrere ad un’altra modalità

Quali modalità per la benedizione del papa?

Come stavamo dicendo ci sono due strade per ottenere la pergamena con la benedizione di Papa Francesco. Se vivete a Roma basterà recarsi nella Città del Vaticano presso gli uffici dell’Elemosineria Apostolica . L’entrata è l’ingresso Sant’Anna con orari dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13.30 .

Se invece non siete comodi per raggiungere la capitale c’è il metodo più classico della posta o del fax. Attenzione! Niente mail! Inviando quindi una domanda di richiesta sempre all’Elemosineria Apostolica. Esiste un apposito modulo che potete scaricare in fondo a questo articolo dove trovate anche indirizzo e fax a cui inviarlo. Come vedrete è molto semplice, basta compilarlo in tutte le sue parti indicando nome e dati del richiedente, i nomi dei destinatari della Benedizione, il motivo per cui si richiede, data e nome della chiesa in cui avverrà la cerimonia. Infine è da indicare indirizzo a cui spedire e l’importo per il pagamento.

esempio di benedizione del papa

Perchè si richiede anche il motivo? Semplicemente perchè la benedizione papale si può richiedere anche per altre occasioni come Battesimo, Cresima, Comunione, cerimonie legate alla consacrazione religiosa. Ma anche per anniversari di matrimonio e compleanni.

Costi, tempi e numeri utili

Con questo articolo non vogliamo dare giudizi e opinioni sull’argomento che spesso suscita polemiche, ma solo informazioni per chi fosse interessato. I tempi necessari per ricevere la pergamena con la Bendedizione Papale sono di circa 30 giorni da quando inoltrate la richiesta. Il costo varia da 13 a 25 euro in base al modello scelto escluse le spese di spedizione del corriere espresso che si aggirano intorno a 13 €. Quindi per un totale che va da circa 25 a 38 €. Nota bene! La quota si dovrà versare solo dopo avere ricevuto la Benedizione tramite bollettino postale o con carta di credito.

E veniamo alle informazioni utili. Scarica il modulo per la richiesta

Inviare il modulo via posta a

Elemosineria Apostolica
Ufficio pergamene
00120 – Città del Vaticano

o via fax al:
+39 06.69883132

Per informazioni più dettagliate potete visitare il sito del Vaticano

Pubblicato il

NUOVI ORGANI UMANI. ECCO IL CHIRURGO CHE VUOLE STAMPARLI IN 3D

nuovi organi umani in 3d
il chirurgo dei nuovi organi umani Anthony Atala

Anthony Atala. Questo è il nome del chirurgo, tra i pionieri del suo campo, che ci racconta come si arriverà presto ad utilizzare nuovi organi umani , ma stampati in 3D. Perchè farlo? Semplice! Minori costi, maggiore riuscita. Siamo a Winston-Salem in North Carolina. C’è una stampante che cellula dopo cellula, strato su strato, lentamente ricostruisce nuovi organi umani che potranno essere trapiantati in pazienti che ne avranno bisogno. Si intuisce subito il primo vantaggio: nessun problema di rigetto. L’idea è la stessa di una comune stampante 3d commerciale, con la differenza che invece di PLA o materiale plastico o ABS, viene steso del tessuto vivente. Questo è il progetto della Wake Forest Insitute for Regenerative Medicine al cui comando c’è Anthony Atala che da più di 10 anni lavora a questo progetto. Secondo Atala la cosa più sconvolgente per un chirurgo è essere costretti ad operare non nel modo ideale con l’unica scelta possibile. Quindi
Piuttosto che trapiantare dispositivi o organi che sappiamo daranno problemi, perché non costruirsi direttamente un organo dal paziente stesso?“.

Piuttosto che trapiantare dispositivi o organi che sappiamo daranno problemi“, continua Atala, , “perché non costruirsi direttamente un organo dal paziente stesso?“.

Con quale procedimento verranno stampati questi nuovi organi umani in 3D?

Tutto può sembrare semplice e automatico con la stampante 3D. Anche produrre un piccolo oggetto non è così facile. Non basta schiacciare un pulsante, e tac….il gioco è fatto! NO! A maggior ragione per produrre un organo umano in 3D, il processo è molto complesso. Si parte da un lavoro manuale che realizza l’organo per poi passare all’automazione del procedimento per riprodurlo in 3D. E come si fa a produrlo a mano? Si deve prima di tutto prendere un piccolo campione di tessuto, grande come mezzo francobollo, dall’organo del paziente che si vuole ricreare. Le cellule di questo campione vengono moltiplicate al di fuori del corpo e si crea uno stampo tridimensionale di materiale che viene riassorbito dall’organismo, rivestendo questa specie di struttura con le cellule. Questa struttura viene messa in una sorta di forno che riproduce le condizioni del corpo umano, dove deve maturare fino ad essere pronta per l’utilizzo.

Quindi si passa al procedimento che riguarda la stampa 3D, conoscendo bene queste fasi: recupero delle cellule, crescita di esse, farle rimanere normali e farle funzionare. In sostanza si deve automatizzare il processo. Sembra semplice, ma non è così. Per ora si sono stampate strutture piatte come pelle, vasi sanguigni o uretra o organi cavi come vescica e vagina. Sicuramente sarà più complicato realizzare gli organi solidi, perchè ci saranno molti più problemi come la vascolarizzazione, dato il maggior numero di cellule per centimetro quadrato.

Vantaggi e costi di un organo stampato in 3D

I principali vantaggi di creare nuovi organi umani in 3D sono la precisione perchè la stampante può posizionare le cellule dove si vuole, la riproducibilità, visto che si può riprodurre lo stesso identico organo più volte. La scalabilità, cioè la possibilità di riprodurne tanti quanti sono necessari e la riduzione dei costi. Infine questa tecnologia consente di usare le tecniche di imaging direttamente dal paziente. Con la scansione dell’organo e la conversione tramite software, si crea la base per costruire la struttura personalizzata.

E veniamo ai costi. La stampante quanto costa? Devono essere apparecchiature molto sofisticate, con augelli grandi quanto una cellula per essere estremamente precisi. I prezzi di queste tipologie vanno da qualche migliaio di dollari fino anche a 100000 dollari. Tutto sommato non sono così costose, contando che su quella cifra si aggirano le stampanti che riproducono le nostre statuine per un matrimonio 3D. E un organo, quanto costa? In teoria il costo diminuisce con la stampa di nuovi organi in 3D. Un singolo stent cardiaco può arrivare a 10mila dollari, ma più che al costo sostenuto bisogna guardare a quello risparmiato per esami, cure e terapie non più necessarie, come ad esempio ai 250mila dollari annui che costa un paziente in dialisi negli USA, con insufficienza renale. Ma si risparmia anche per il trattamento farmacologico, in quanto il tessuto trapiantato viene riconosciuto dall’organismo e dal sistema immunitario e non viene attaccato.

In conclusione, speranze e aspettative

Quindi adesso il prof. Atala si aspetta non solo di costruire organi piatti, ma anche solidi: cuori, fegati e reni. Il trapianto parziale è già fattibile ma si vuole raggiungere quello completo. Pian piano si vuole arrivare a dare speranze complete ai pazienti, anche se Atala non vuole dare tempi e scadenze che in questo campo non sempre si possono rispettare. Ma le aspettative sono elevate e questo fa ben sperare.

Dagli organi veri a interi corpi in miniatura, da un utilizzo molto utile per la medicina alle nostre proposte di statuine personalizzate . Tutto questo e molto più è quello che può fare una stampante in 3D.

Pubblicato il

Fiera Sposi a Roma 2019. Ecco le novità

locandina di RomaSposa , la fiera sposi di Roma

Torna RomaSposa 2019, la fiera per gli sposi a Roma, che si terrà a La Nuvola dal 31 gennaio al 3 febbraio. Con questo appuntamento vogliamo dare qualche informazione utile ai nostri clienti o semplici visitatori, sulle fiere del settore matrimonio. Sarà il primo di altri eventi che segnaleremo e iniziamo con gli amici della capitale. Quindi per tutti i futuri sposi della capitale e non solo si avvicina un appuntamento tanto atteso. Ogni anno vede la partecipazione di circa 30 mila visitatori. Oltre 200 aziende saranno presenti come espositori per presentare le ultime proposte del mondo del wedding. Abiti, accessori, location, fotografi, bomboniere, viaggi di nozze,…tutto ciò che si può cercare e trovare per realizzare un matrimonio da sogno.

Quali novità nella Fiera Sposi a Roma?

Sicuramente tra le novità di RomaSposa ci sarà l’area cooking show e la sezione matrimoni nel mondo. Nell’area cooking show i visitatori possono ammirare e assistere alla preparazione di piatti di tendenza e alla degustazione di vini abbinati. Questo può essere un nuovo modo per poter scegliere il proprio menù. Il tema “matrimoni nel mondo” invece offre curiose ed invitanti idee e soluzioni a chi sogna un matrimonio esotico in luoghi paradisiaci con bianche spiagge o tra il folklore di antiche civiltà.

Tutto quello che troverete a RomaSposa

Presso RomaSposa non mancheranno occasioni di consulenza con makeup artist, hair Stylist e wedding planner, all’interno della wed academy o nella beauty zone per provare il look perfetto per quel giorno. I futuri sposi potranno trovare idee classiche o innovative come le wedding bad di benvenuto, con un insieme di utili accessori per sopravvivere ad un matrimonio: riso, bolle di sapone, ma anche ballerine di ricambio o ventagli per combattere il caldo. Mentre per i testimoni e le damigelle si fanno strada le box regalo con gadget personalizzati e pensati dagli sposi. Contattateci perchè potete sempre chiederci la nostra consulenza per creare il vostro matrimonio personalizzato

Tendenze nuove anche per il bouquet da sposa che definito “spettinato” viene confezionato con varie tipologie di fiori, in cui il bianco sarà sempre meno protagonista, per dare spazio a colori più forti come rosso borgogna e oro. Sempre più importanti e richieste saranno le bomboniere fatte a mano in vari materiali, ceramica e porcellana, ma anche legno per uno stile più rustico. Scoprite intanto le nostre bomboniere personalizzate.
Idee luminose alla Fiera Sposi di Roma, con candele e luminarie, saranno utilizzate sia per matrimoni all’aperto che in ambienti chiusi, sia da posizionare su tavoli che per essere sospesi, sia in inverno che in estate. E stando in tema di luce chi vuole esagerare non rinuncerà a trovare gli specialisti degli spettacoli pirotecnici. Per soluzioni più sobrie, palloncini colorati. E infine le consuete sfilate di più di 1000 abiti che saranno in passerella in un ricco programma.

Insomma tutto ciò che sposi e spose prossimi possono trovare per un matrimonio da sogno. Il programma completo sul sito di ROMASPOSA

Pubblicato il

BENVENUTI A MARWEN. QUANDO L’ARTE SALVA UNA VITA

titolo benvenuti a marwen

Il 10 gennaio è uscito nelle sale cinematografiche italiane BENVENUTI A MARWEN, il nuovo film di Robert Zemeckis con l’attore Steve Carell protagonista. L’attore , dopo essere diventato famoso per alcune commedie americane, si presenta in questo film in una veste romantica e drammatica nello stesso tempo. Del regista non c’è bisogno di ricordare le sue altre opere ricche di effetti speciali, tra cui Ritorno al futuro, Forrest Gump e Chi ha incastrato Roger Rabbit. Ma perchè vogliamo parlare di cinema nel nostro sito dedicato a prodotti artistici personalizzati e in particolare alle statuine personalizzate ? Perchè si parla di arte, statuine e come tutto ciò abbia salvato la vita a Mark Hogancamp, il personaggio interpretato da Steve Carell.

Fantasia e poesia in Benvenuti a Marwen

foto del film benvenuti a marwen

“Facevo l’illustratore, ero specializzato in scene della Seconda guerra mondiale. Ora scrivo a malapena il mio nome”. Con questa frase Mark Hogancamp esordisce per presentarsi. Tratto da una storia vera, il protagonista, disegnatore e vittima dell’alcool, viene brutalmente aggredito da una banda omofoba. Rimane in come per nove giorni con conseguente perdita della memoria. Siamo negli anni ’80. Mark deve rinunciare alle cure e alle terapie cliniche per mancanza di denaro. Questo lo porta a dover inventarsi qualcosa di nuovo che possa riportarlo ai suoi vecchi ricordi e dare un senso alla sua esistenza. E così nel giardino intorno al suo caravan in cui vive, inizia a riprodurre un villaggio belga della seconda guerra mondiale in scala 1:6. La particolarità di questo villaggio Marwencol, da cui il titolo Benvenuti a Marwen, è che ci sono solo donne pronte a prendersi cura del suo alter ego, un pilota americano. E qui nascono le sue storie. Vicende che, grazie alla realizzazione di case e statuine che prendono vita, gli danno la possibilità di vivere una seconda volta. Gli effetti speciali che contraddistinguono il regista, mescolano persone umane e donne in forma di bambole. Bambole agguerrite e pronte a combattere contro il nemico nazista. Un mondo a volte drammatico ma di fantasia e speranza dove il nostro amico ha la forza di rinascere e brindare “alla vita, all’amore, alle donne di Marwen”.

Speriamo di avervi incuriosito per portarvi al cinema con le statuine di Benvenuti a Marwen

Pubblicato il

I matrimoni più cliccati del 2018

Già da alcuni giorni siamo entrati nel 2019 e ci siamo lasciati alle spalle un anno ricco di matrimoni illustri: quali sono i matrimoni del 2018 più cercati su Google?

Sul podio dei matrimoni del 2018 nozze reali e social

Al primo posto troviamo quello del principe di Inghilterra Harry e Meghan Markle tenutosi a maggio nel castello di Windsor

matrimonio Harry e Megan

Segue il matrimonio da 20 milioni di followers, come è stato definito quello del cantante Fedez e della influencer di moda Chiara Ferragni. Si sono sposati a Noto il 1 settembre.

matrimonio di Alessia Marcuzzi

Sul gradino più basso del podio, tra i matrimoni del 2018 più cliccati e cercati su Google, abbiamo quello di Eugenia di York, nipote della regina Elisabetta. La posizione così alta in classifica forse è dovuta al fatto che molti hanno fatto la ricerca per sapere il nome dello sposo, Jack Brooksbank.

A sorpresa al quarto posto gli utenti di internet hanno voluto sapere di più sulle nozze di Daniele Bossari e Filippa Lagerback. Il conduttore radiofonico aveva fatto la dichiarazione alla futura moglie in occasione dell’edizione del Grande Fratello Vip che poi ha vinto, commuovendo molti telespettatori. Il matrimonio poi è avvenuto lo scorso giugno.

Seguono al quinto posto le nozze dello chef più famoso e forse “cattivo” della TV, Carlo Cracco che nel 2018 si è sposato con Rosa Fanti. Chi avrà scelto e giudicato il menù?


Matrimoni del passato e della TV

In sesta posizione a sorpresa, non tanto per i nomi, ma per il fatto che non si parla di nozze celebrate lo scorso anno, troviamo il matrimonio del principe William e Kate, che a distanza di sette anni e dopo aver avuto già tre figli, risulta ancora tra i matrimoni più cliccati del 2018.

Matrimonio musicale al settimo posto. La cantante Noemi e il suo bassista Gabriele Greco sono convolati a nozze nella basilica di San Lorenzo in Lucino a Roma, dopo un fidanzamento di 10 anni.

All’ottavo posto, ancora un matrimonio degli anni passati ma che suscitato la curiosità di molti su Google. Parliamo delle nozze di Alessia Marcuzzi e il produttore televisivo Paolo Calabresi Marconi. La posizione nella top ten è dovuta alla pubblicazione proprio in questi giorni da parte della conduttrice televisiva del filmino del matrimonio.

I telespettatori di Uomini e Donne, con le loro ricerche, hanno consegnato il nono posto a Teresanna Pugliese, ex tronista della trasmissione, e Giovanni Gentile, sposati lo scorso settembre



Infine conclude la classifica dei 10 matrimoni più cercati nel 2018, quello di Kit Harington e Leslie Rose. Nozze da favola nel vero senso della parola, perchè stiamo parlando di due protagonisti della serie televisiva Il trono di Spade, celebrato a giugno

matrimonio di Kit Harington

E ora attendiamo i nuovi matrimoni del 2019 per una nuova classifica tutta da curiosare. E se siete voi sposi protagonisti nel nuovo anno vi aspettiamo con le nostre proposte per un matrimonio personalizzato.

Pubblicato il

Le migliori invenzioni del 2018

casa 3d tra le invenzioni del 2018

Tra le migliori invenzioni del 2018, sicuramente quelle del mondo 3D hanno lasciato il segno nell’ambito delle invenzioni tecnologiche che sono destinate a cambiare la vita quotidiana di molte persone. Le migliori scoperte tecnologiche dell’anno che sta terminando al momento possono essere considerate come semplici novità. Sembrano lontane dalla nostra realtà ma presto potranno essere di uso comune per le generazioni future.

La stampa in 3D tra le migliori 5 invenzioni del 2018

Tra le migliori invenzioni del 2018 la stampa 3D occupa un ruolo di primo piano, anche perchè ormai sta entrando nell’uso quotidiano. Iniziano ad essere sempre più numerosi gli oggetti piccoli e grandi che si trovano in commercio realizzati con queste speciali stampanti. Anche nel nostro settore del wedding le top cake riprodotte in 3D sono tra le più originali e uniche come quelle che vi proponiamo

Queste ultime sono anch’esse diventate prodotti di culto e non è difficile trovare macchinari per la stampa a tre dimensioni negli uffici e nelle aziende. Finora però le cose create in questo modo sono state soprattutto gadget e oggetti quasi da bigiotteria. Ma l’aumento delle dimensioni delle stampanti 3D potrà portare importanti novità.

Non difficilmente possiamo trovare stampanti 3D in un ufficio, in un’azienda e anche in casa per un uso non professionale. Il mondo dell’oggettistica, come la bigiotteria o del gadget aziendale come quelli offerti sul nostro sito sono tra i principali fruitori di questa tecnologia. Ma l’aumento delle dimensioni delle stampanti 3D possono portare a grosse novità per progetti molto più grossi.

Infatti a dimostrazione di quanto appena detto, nei primi mesi del 2018. la startup Texana Icon ha realizzato un edificio di 32 mq in sole 48 ore. Tutto questo grazie alla stampante Vulcan 3-D, un macchinario unico e rivoluzionario. Il Vulcan crea la struttura della casa strato per strato, partendo dalle fondamenta, per passare alle mura, e così via. In questo modo si ha un notevole risparmio di costo di materiale e manodopera rispetto ai metodi tradizionali. L’aspetto più interessante è la collaborazione con New Story. Trattasi di un’organizzazione benefica che si occupa di portare aiuti nel Terzo Mondo tramite Vulcan in modo da dare soluzioni abitative durature nelle regioni più povere.

migliori invenzioni del 2018 una casa in 3d

Le altre invenzioni in classifica

Per la vostra curiosità è giusto anche elencare brevemente le altre invenzioni che il sito Digitalic elenca tra le prime cinque del 2018.

Protesi teconlogiche: si tratta di esoscheletri della ditta americana Rewolk. grazie a queste protesi, gli stimoli elettrici vengono mandati alla colonna vertebrale dei pazienti in modo da permettere i movimenti di gambe e braccia. Questo permette una nuova mobilità per i disabili.

Droni salvavita: ormai di uso comune per molte attività, per diletto ma anche per scopi utili come per operazioni antincendio. Quelli della startup californiana Zipline possono fare fino a 500 consegne al giorni, per destinare medicinali e cibo in maniera più rapide e in zone remote.

Carne non animale: si tratta di carne prodotta senza uccidere animali. Aziende come Beyond Meat possono produrre hamburger e salsicce con stesso sapore, aspetto e contributo nutritivo della carne animale. L’azienda ha lanciato anche le salsicce simil pollo.

Intelligenza artificiale per la chirurgia: l’azienda Digital Surgey commercializza programmi che possono dare un valido aiuto a medici e chirurgi in sala operatoria. Grazie alla AI di queste piattaforme, il programma riconosce ciò che accade durante l’intervento e può fare controlli incrociati con i libri di medicina e anatomia.

Queste sono le principali 5 invenzioni tecnologiche del 2018 secondo il sito DIGITALIC.