Pubblicato il

Matrimonio in tenda

Cosa richiedono gli sposi stranieri in Italia? Qual è la tendenza dei matrimoni dei turisti che vengono a sposarsi nel nostro paese? Avete mai pensato ad un matrimonio in tenda?

C’è lo svela Massimo Feruzzi, fondatore di Jfc tourism and management, in un articolo di TTG Italia. I matrimoni internazionali nel nostro Paese, dopo un leggero calo nei numeri registrato nel 2017, sono ripartiti di slancio nel corso di quest’anno. Arrivano da 7.569 cerimonie, con un fatturato pari a 402 milioni e 420mila euro.

Ma cosa richiedono gli sposi internazionali? A quanto pare il matrimonio classico non è sempre la scelta principale, anche se l’Italia mantiene sempre il suo appeal per una soluzione più tradizionale grazie al suo contesto.
Infatti stanno nascendo, i mini-wedding, “che coinvolgono soprattutto giovani coppie under 30 – spiega Feruzzi – di altissimo livello per un massimo di 20 persone.
All’opposto, un’altra tendenza è quella dei cosiddetti ‘family moon’, che coinvolgono coppie con figli nati da nozze precedenti, che organizzano una vacanza con altre famiglie.

Per le coppie più amanti dell’avventura e della natura, ecco i matrimoni che prevedono esperienze di coppia legate a sport adrenalinici. Su questo filone la tendenza è quella del glamping wedding, un matrimonio in tenda, cioè vengono scelti luoghi in collina, prati, boschi nei quali vengono impiantate diverse tende, una per la cerimonia, una per il pranzo o la cena e ovviamente anche quelle per gli ospiti e per la coppia di sposi. Nessun problema di spostamenti e festeggiamenti senza limiti.

Qualcuno ha anche la possibilità di affittare un intero borgo, un po’come si è visto per il matrimonio dell’anno dei Ferragnez, ma a differenza di Ferragni e Fedez, quello che si cerca di fare è tenere lontano il clamore e la folla.

“Il senso è quello della ricerca di esperienze uniche e irripetibili – aggiunge Feruzzi -. Per cui si va a caccia di location non convenzionali, dai capannoni ai loft alle serre, e ancora industrie e cave in disuso, mentre i matrimoni degli italiani scelgono più volentieri le spiagge, i palazzi storici e, per i più avventurosi, le location di alta quota, come i rifugi o le malghe”.
L’Italia, a fronte di queste esigenze, presenta, secondo Jfc, non è ancora completamente pronta e preparata per venire incontro alle necessità della clientela internazionale, che quindi è sempre alla ricerca di un unico soggetto di assistenza completa, che metta ordine all’interno di un’offerta ancora disaggregata.

Pubblicato il

sedie stampate in 3d per il gaming

La comodità è un elemento fondamentale per gli appassionati di videogiochi. Ed ecco che arrivano le sedie stampate in 3D per il gaming. In questi anni, si è sviluppato un vero e proprio mercato di sedie da gaming che somigliano molto a sedie da ufficio, sono girevoli ed ergonomiche.

Anche Ikea ha deciso di proporre il suo prodotto nel settore con un progetto decisamente innovativo. Una sedia da gaming stampata in 3D e fatta su misura per il sedere del giocatore.

Ikea Ubik, questo sarà il nome della sedie in 3D super ergonomiche che verrà realizzata sulla base dei dati rilevati dalla scansione tridimensionale (che verrà effettuata in negozio). Nella seconda fase, verranno stampati in 3D dei cuscinetti in lattice da porre nella struttura della sedia da gaming. Tutto questo però non prima del 2020

Si potranno anche richiedere ulteriori personalizzazioni estetiche e per iniziare a giocare con il sedere poggiato sulla nuova sedia da gaming su misura, dal momento dello scan in negozio. Quanto tempo occorrerà per avere la propria sedia? Non molto! Appena due settimane.

Fanno parte del progetto anche altre due aziende: la statunitense Unyq, specializzata nella produzione di protesi e altri dispositivi medici personalizzati, e la svedese Area Academy, società esperta in strutture educative per gli e-sport.

Secondo gli sviluppatori di Ikea, questa sedia da gaming altro non è se non “un semplice arredo che migliorerebbe l’esperienza di gioco dei 2 miliardi di player che ci sono nel mondo”. Un target molto ampio che, all’inizio, potrebbe essere trainato dai gamer professionisti.

Contattaci per creare il tuo oggetto personalizzato in 3D, anche solo da fotografie

Pubblicato il

Una proposta di matrimonio meravigliosa

PARTECIPA AL NOSTRO CONCORSO: VINCI CON LA PROPOSTA PIU’ORIGINALE

Ormai su tutti i social media sta girando questo meraviglioso video di una proposta di matrimonio pubblicato da www.youmedia.fanpage.it. Vai al sito per vedere il video cliccando qui GUARDA IL VIDEO

Una bellissima sorpresa per Miriana, nonostante fosse il giorno del matrimonio di sua sorella Giusy con Valerio. Nel momento del lancio del bouquet, la sposa si ferma, si volta e lo consegna direttamente alla sorella. Ma non finisce qui: dietro di lei c’è il suo fidanzato Salvatore, già inginocchiato per la proposta e pronto a consegnarle l’anello. Un momento davvero emozionante salutato dall’ovazione generale degli invitati.

Commenta la notizia descrivendo la tua proposta di matrimonio fatta o ricevuta entro il 31/12/18, anche con immagini e foto e la proposta più originale riceverà un simpatico omaggio per il proprio matrimonio

Pubblicato il

STATUE IN 3D PER RESTAURARE

Statue in 3D anche nell’arte. Le originali figure in marmo della facciata del Battistero di San Giovanni in Corte a Pistoia, torneranno al loro posto per dare al Battistero la sua antica conformazione artistica.


Le due statue di San Jacopo e San Giovanni Battista rimosse nel 1985, non saranno più le originali figure in marmo, ormai danneggiate dai secoli. Ma due copie perfettamente uguali realizzate grazie alla scansione digitale delle due statue stesse, che sono poi state stampate in 3D. Il tutto utilizzando uno speciale materiale plastico. Sempre più spesso si utilizza questo materiale non solo per ricreare statue in 3D, ma anche per altri interventi nel mondo dell’arte.

Rimosse 33 anni fa la loro condizione, fortemente danneggiata, non ha permesso di realizzarne una copia con la tecnica classica del calco in gesso. Per cui si è reso necessario ricorrere alla tecnologia in 3D, come già è avvenuto riprodurre le opere del Ratto delle Sabine, nella Loggia dei Lanzi a Firenze.

statuine 3d personalizzate. Guarda le nostre proposte

Pubblicato il

MATRIMONIO AUTUNNALE. MODE E TENDENZE

Il matrimonio è l’evento che tutti, o quasi, attendono da una vita, ma come può essere fonte di gioia così può portare tanto stress soprattutto in fase organizzativa. E quindi per far sì che quel giorno sia impeccabile bisogna essere pronti ad una organizzazione perfetta nei minimi particolari. Ecco alcuni consigli per un perfetto matrimonio autunnale.

Per evitare di mostrare le solite proposte sarà quindi necessario pensare ad una sola parola: autenticità. Vediamo quindi i consigli che il sito www.newtuscia.it da a tutte le spose pronte al grande SI, soprattutto se il vostro sarà un matrimonio autunnale.

Quali sono le tendenze del momento? Evitare un trucco eccessivo, che in alcuni casi rischia di far perdere naturalezza ed autenticità. Per quanto riguarda le acconciature, tornano di moda i capelli sciolti per evitare quelle  complicate che andavano di moda qualche anno fa.  Un bouquet di fiori di campo completa un look semplice.

Naked cake: anche la torta deve essere naturale

Anche la torta deve essere naturale, appunto naked cake, ovvero la farcitura annidata tra gli strati di pan di spagna deve essere assolutamente visibile. 
Il messaggio che deriva da questa soluzione è del tutto evidente e tende a far trasparire l’affinità concettuale tra la visibilità di ciò che dovrebbe essere il cuore della torta e la trasparenza dell’amore concretizzato dalla cerimonia nuziale. Naturalmente tutto impreziosito dai nostri cake topper. Scegliete voi quale rispecchia maggiormente i vostri gusti.

Gli abiti dei testimoni

Dagli USA la moda era quella di un abito dello stesso colore per tutte le damigelle, ma ora sembra arrivato il momento di cambiare. La nuova tendenza è quella del dress code originale, per cui ognuno può scegliere il proprio look, a patto che sia color pastello e floreale
Attenzione! evitare abiti succinti e eccessivi gioielli.

Il servizio fotografico

La moda del momento è il reportage, evitando le pose classiche, per cogliere i momenti più emozionanti della giornata. Per questo scegliete un fotografo abile a mimetizzarsi al fine di catturare gli attimi salienti della cerimonia.

Pubblicato il

SOLO 900 € PER UNA CASA IN 3D

Secondo il sito www.tech.everyeye.it basteranno 900 € per costruire una casa. 

Ebbene, ecco Gaia, la prima abitazione stampata in 3D utilizzando terra cruda, lolla di riso, paglia e calce. Pensate che essa è stata pure realizzata da un’azienda italiana, di Massa Lombarda (Ravenna) più precisamente.

Stiamo parlando della società WASP, che ha presentato la sua creazione nel corso della conferenza denominata “A call to save the world“. Gaia è stata realizzata utilizzando la nuova tecnologia di stampa 3D chiamata Crane WASP.

In particolare, i materiali naturali sono stati forniti da RiceHouse, in modo da realizzare una casa a impatto zero. Infatti, essa fa uso di una mescola composta da un 25% di terreno (40% limo, 30% sabbia, 30% argilla), un 25% di lolla di riso, un 10% di calce idraulica e infine un 40% di paglia di riso trinciata. Gaia è stata stampata in circa 10 giorni, con un costo complessivo dei materiali utilizzati che si aggira attorno ai 900 euro.

Interessante il fatto che l’abitazione integri al proprio interno un sistema ventilazione naturale, uno di impiantistica e uno di isolamento termo-acustico. Questo per un totale di 30 mq di parete dallo spessore di circa 40 cm.

La notizia è stata riportata anche dal Corriere di Bologna. Qui sopra potete vedere un video che mostra la realizzazione della casa.FONTE:INDUSTRY EUROPE

Pubblicato il

I WEDDING PLANNER SU SPOSI MAGAZINE 2019

Sposi Magazine 2019 presenta i migliori wedding planner italiani e stranieri

Ognuno con uno stile proprio e assai personalizzato, che spesso si lega alle tradizioni del luogo di origine, i Wedding Planner italiani che compaiono con i loro Real Wedding sul nuovo numero della rivista sono:

Oltre i confini nazionali, sul nuovo Sposi Magazine 2019 trovate i Real Wedding firmati da 5 noti Wedding Planner stranieri.

Camaleontici, straordinari, i matrimoni organizzati da loro sono uno spettacolo per gli occhi. E prendono a piene mani dalle radici culturali dei Paesi in cui sono nati, vivono e lavorano.

Ecco chi sono:

per altre notizie vai a https://www.sposimagazine.it/71760/news/wedding-planner-2/

Pubblicato il

Su Facebook arrivano le foto in 3D

da La Stampa del 12/10/18

foto in 3D. Il social network ha iniziato a introdurre la profondità negli scatti, grazie all’intelligenza artificiale. Al momento la nuova funzionalità è disponibile soltanto con la modalità ritratto dell’iPhone

FOTO-3D3-FACEBOOK-PER-IPHONE

Con le foto tridimensionali la profondità arriva negli scatti realizzati con iPhone. La funzione, annunciata durante la conferenza F8 di quest’anno, si basa sull’intelligenza artificiale. Infatti l’AI riesce a ricostruire la profondità di una foto, ricreando ciò che si vede se si inclina la prospettiva. Il tutto però, è possibile soltanto con la modalità ritratto dello smartphone Apple (iPhone 7,8, X e XS). Proprio perché con questa funzionalità vengono utilizzate entrambe le fotocamere del telefono. Così, le differenze di parallasse (il fenomeno per cui un oggetto sembra spostarsi rispetto allo sfondo se si cambia il punto di osservazione), possono essere impiegate per ricreare ciò che si trova dietro lo sfondo.

La nuova funzionalità per creare foto in 3D è disponibile nella barra dell’aggiornamento di stato. Ovviamente le foto 3D sono fruibili anche con i visori Oculus Go e Oculus Rift. Per creare foto migliori, Facebook consiglia di posizionarsi a poco più di un metro di distanza dal soggetto immortalato, con lo sfondo occupato da oggetti o altri ostacoli in modo da permettere all’intelligenza artificiale di separare bene i diversi strati dello scatto.

L’introduzione della terza dimensione nelle foto dimostra come i contenuti postati sul news feed siano molto importanti per Facebook. Come scrive Techcrunch, le foto a tre dimensioni erano state pensate per spingere gli utenti a usare i visori per la realtà virtuale, ma ben presto la compagnia si è resa conto che questo tipo di contenuti potrebbero avere un grande impatto su tutti gli utenti del social network. Dopo le dirette live e le foto a 360 gradi, è arrivato il momento della profondità.